Per pregare basta la sincerità del cuore – ReteSicomoro

Per pregare basta la sincerità del cuore – ReteSicomoro
— Leggi su www.retesicomoro.it/pregare-basta-sincerita-cuore/

È solo l’amore liberamente vissuto a introdurci nella vita eterna – ReteSicomoro

È solo l’amore liberamente vissuto a introdurci nella vita eterna – ReteSicomoro
— Leggi su www.retesicomoro.it/solo-amore-liberamente-vissuto-introdurci-vita-eterna/

E quest’anno a confessarsi per Pasqua come si fa? – ReteSicomoro

E quest’anno a confessarsi per Pasqua come si fa? – ReteSicomoro
— Leggi su www.retesicomoro.it/questo-anno-confessarsi-pasqua-come-si-fa/

Il valore relazionale del digiuno

In Quaresima occorre lasciare spazio interiore per acquisire la consapevolezza del peccato che mi allontana dalla relazione primaria con Dio.

 

L’umanesimo dell’ospitalità per un nuovo stile di vita cristiana – ReteSicomoro

L’umanesimo dell’ospitalità per un nuovo stile di vita cristiana – ReteSicomoro
— Leggi su www.retesicomoro.it/umanesimo-ospitalita-nuovo-stile-vita-cristiana/

Il Vangelo ci esorta a instaurare la giustizia innanzitutto dentro di noi – ReteSicomoro

Il Vangelo ci esorta a instaurare la giustizia innanzitutto dentro di noi – ReteSicomoro
— Leggi su www.retesicomoro.it/papa-francesco-discorso-anno-giudiziario-2020/

Dio non è un giudice che castiga – ReteSicomoro

Dio non è un giudice che castiga – ReteSicomoro
— Leggi su www.retesicomoro.it/dio-non-giudice-che-castiga/

Il credente sa vivere la sua esistenza nella speranza – ReteSicomoro

Il credente sa vivere la sua esistenza nella speranza – ReteSicomoro
— Leggi su www.retesicomoro.it/credente-sa-vivere-esistenza-nella-speranza/

La bellezza di una vita al seguito di Gesù – ReteSicomoro

La bellezza di una vita al seguito di Gesù – ReteSicomoro
— Leggi su www.retesicomoro.it/bellezza-vita-seguito-gesu/

L’efficienza pastorale serve a poco se non si fa come i Magi, che camminarono e adorarono

«Nel Vangelo […] i Magi esordiscono manifestando le loro intenzioni: “Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo” (Mt 2,2). Adorare è il traguardo del loro percorso, la meta del loro cammino. […] Se perdiamo il senso dell’adorazione, perdiamo il senso di marcia della vita cristiana, che è un cammino verso il Signore, non verso di noi. È il rischio da cui ci mette in guardia il Vangelo, presentando, accanto ai Magi, dei personaggi che non riescono ad adorare.»